La trilogia della Villeggiatura - il Teatro di Tato Russo

La trilogia della Villeggiatura

bozzetto-villeggiatura

LA TRILOGIA DELLA VILLEGGIATURA di Tato Russo, da Goldoni rappresenta il primo atto della costituita Compagnia dei Giovani di T.T.R IL TEATRO DI TATO RUSSO che si propone di riportare tra i giovani e soprattutto nelle scuole il repertorio delle opere del maestro. La direzione artistica affidata a Carmen Pommella. La nuova formazione ha invitato la TTR a prevedere una sezione di teatro scuola all’interno della cooperativa per riproporre i molti straordinari successi del maestro a cominciare dal testo scelto per questa stagione e proseguire nei prossimi anni con Amleto, Sogno di una notte di mezza estate, La tempesta, Il Candelaio, Cappuccetto Blu, ‘O munaciello. La rivisitazione del testo di Carlo Goldoni magistralmente riconsegnata dal Maestro Tato Russo, ispira una regia frenetica e bizzarra. L’ambientazione nella Capri degli anni ‘50 suggerisce l’utilizzo di colori e atmosfere dalla bellezza irripetibili. Ci piace pensare, perciò, che l’autore abbia tratto ispirazione da situazioni viste e vissute durante la sua giovinezza. L’anello di congiunzione tra la frivolezza dell’epoca e i reali contenuti del periodo, sono le canzoni che si alternano alla prosa e che permettono un piacevole tuffo nel passato quando la musica sostituiva tutta o in parte un racconto di una storia d’amore o le avventure di un’allegra compagnia. Tutto quindi ruota intorno alle smanie, alle isterie, ai capricci di una gioventù che pretende di “stare” piuttosto che di “essere”.